Qual’è il miglior tosaerba?

Con il motore a scoppio o elettrico? E in questo caso con il cavo o a batterie? Il nostro test dimostra che per scegliere il tosaerba giusto bisogno valutare più fattori. Partiamo anzitutto dal primo e più ovvio: la dimensione del prato da curare. In generale più è esteso più l’apparecchio dovrebbe essere dotato di una lama grande. Ma il numero dei mq non è l’unico aspetto da valutare.

Considera la superficie

È importante anche considerare se il prato è in pendenza: se la superficie è ampia e con molti “sali – scendi”, la scelta migliore potrebbe essere un modello con motore a scoppio, dotato di trazione au- tonoma, che vi aiuti con il dislivello. Non preoccupatevi di acquistare un apparecchio su- perpotente (a meno che il vostro giardino non sia dav- vero particolarmente esteso): una potenza di 4 cavalli sarà sufficiente, infatti, fino a 800 mq di prato; ricor- date poi che i motori molto potenti consumano più carburante e spesso risultano meno maneggevoli.

Elettrico: quali vantaggi?

Pro

  • Più leggeri e più piccoli rispetto a quelli con motore a scoppio, sono dotati però anche di lame di minore dimensione.
  • Funzionano con la normale rete elettrica di casa.
  • Se piccoli, sono anche più agevoli da riporre.

Contro

  • Possono essere usati solo fino a dove è possibile arrivare con un cavo o prolunga. • Può essere un problema allacciare alla rete di casa un dispositivo che assorbe con continuità più di 1 – 1.5 KW.

A scoppio, scelta azzeccata?

Pro

  • Sono più pesanti rispetto a quelli elettrici, ma – ad eccezione di un modello – sono tutti dotati di trazione autonoma: questa caratteristica permette
    di utilizzarli anche su declivi con minimo sforzo.
  • Non si è vincolati ad una presa elettrica.

Contro

  • Nei modelli del test non è previsto il disinserimento della lama: appena si rilascia il manubrio, il motore si spegne per motivi di sicurezza e bisogna quindi riavviare il tagliaerba.
  • Sono più rumorosi.

Leave a Reply

Your email address will not be published.